su lichtenstein che cita artisti precedenti e avanguardie

pare che la mostra di colonia recensita domenica dal financial times sia parente di è proprio quella vista mesi fa alla triennale di milano, benché il titolo sia diverso. comunque, ecco una chiave di lettura sensata:

The results can by dry in their precise artifice, but they are never nostalgic. That is why Lichtenstein still looks especially fresh in historic European museums. Here one is aware that only an American could have so courteously, calmly, generously, definitively smashed European modernism, yet assimilated it into the postwar international aesthetic that continues to influence how art is made and seen now.

Jackie Wullschlager – Engagement with modernism
via www.ft.com

(la mostra mi era piaciuta, ma forse a causa di quel “dry” non ne avevo scritto nulla?)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...