robyn hitchcock al dal verme (ieri)

una copia in formato ridotto del concerto di quest'estate, un po' soffocato e rimbombante nella saletta sotterranea. stessa formazione, tranne un batterista scozzese di nome steven al posto di rob ellis (un po' rimpianto). rh piuttosto sopra le righe e più determinato che mai a tradurre in italiano i titoli delle canzoni e altre espressioni incomprensibili (almeno in italiano).
attacco con the museum of sex, poi red locust frenzy, olé! tarantula, antwoman (being just contaminates the void), stessa sequenza di nasa clapping/full moon, sempre ottima america, grande regalo i'm only you (e i often dream of trains).
dall'ultimo album ci sono state perlomeno saturday groovers e up to our nex (molto riconosciuta dal pubblico) e alla fine goodnight oslo.
cover beatlesiana/lennoniana nel bis: come together (hai detto niente #2).
camicia: nera a grossi pois bianchi, ovvero identica alla chitarra.

l'ho già linkato the asking tree? (tuttora the most comprehensive online information resource for Robyn Hitchcock fans ever devised, penso, benché fermo al 2006)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...