corpi di donne in guerra

com’è come non è, nelle letture delle ultime settimane si sono avvicinati:

francesca marciano, la fine delle buone maniere, romanzo
scerbanenco, lupa in convento, racconto
tahmima anam, a golden age, romanzo
babsi jones, sappiano le mie parole di sangue, quasiromanzo.

se avete in mente altri libri (anche non fiction) attinenti al tema, segnalate, grazie.
(ora mi viene in mente che anche suite francese un po’ c’entra.)

sono contenta che babsi, che leggo in rete e stimo da un bel po’ – e inoltre vicina di casa e di anni, anche se non la conosco personalmente – abbia pubblicato un libro per un editore maggiore, cosa che segna certamente un traguardo in un percorso personale (benché spesso comporti più oneri che onori, come sa chiunque abbia un pochino a che fare con l’editoria).
il libro è interessante, e in particolare dovrebbe esserlo, credo, per chi non conosce/legge già bj sul web; infatti non si discosta molto da quelle narrazioni, anche se ha il merito di concentrarsi sulle riflessioni dell’autrice sulle guerre iugoslave, e in tal senso mette molta carne al fuoco.
il tema però mi pare più soffocato che messo in risalto dalle caratteristiche letterarie del libro (in breve, mi aspettavo dal libro più balcani e meno babsi).  per voler spiegare un po’ di delusione a fine lettura, forse nel passaggio in volume mi sarebbe piaciuto trovare un’evoluzione stilistica: sia la frammentarietà strutturale sia il tono apocalittico costante mi sembrano reggere poco questa distanza, e personalmente trovo un problema nei tipici scarti di registro derivanti da un lessico inspiegabilmente alto fuori contesto, soprattutto nei dialoghi, cosa che tinge di inautenticità quello che è invece un lavoro di scrittura assolutamente appassionato, seppure a volte dilagante nel «pezzo a effetto» che rischia di neutralizzare la materia tragica (tragica in senso tecnico, ché le contaminazioni di ordine teatrale restano un po’ irrisolte).
in rete segnalo:
un’obiezione politica
un inizio di analisi letteraria
e per ridere ma anche no (è un mio problema continuo, quello dell’attualità letteraria): la vexata quaestio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...