the wild blue yonder

viva herzog. se potesse esistere un documentario di fantascienza, sarebbe così (con gli occhi di brad dourif spiritati come in xfiles). c’è l’indispensabile topos delle colonie extraterrestri, roswell revisited, l’uomo che cadde sulla terra… e lo shuttle sts-43, alla fine del film, sembra davvero tanto tempo fa.

Annunci

2 thoughts on “the wild blue yonder

  1. Garnant dicembre 8, 2005 / 2:17 pm

    Quindi dice che posso andarci tranquillamente? Sono un pochino preoccupata…

    Mi piace

  2. rose dicembre 9, 2005 / 12:54 am

    insomma, tranquillamente disposta all’inquietudine. no, è proprio bello. poi tu hai anche fatto immersioni, vero? non dovresti avere problemi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...