il liberty

Liberty

è una delle prime cose che mi sono venute in mente quando il giardiniere ha proposto di parlare del mondo vegetale il lunedì. perché mi è sempre piaciuto che proprio l’inizio della nostra modernità – del ferro e del cemento e delle luci come oggi li conosciamo – esplicitasse nelle forme dell’arte un rapporto con la natura, una rielaborazione dell’organico. ci ho ripensato anche un po’ di tempo fa leggendo un post di cadavrexquis che indagava i motivi di una sua predilezione per la severità e l’essenzialità dell’architettura dei paesi dell’est (che io posso trovare interessante per motivi culturali, ma non mi piace, a differenza di altre architetture razionaliste e funzionali) contrapponendola all’architettura «delle curve» di gaudí e hundertwasser. anche a me sembra che lo stupore e l’eccesso di ornamenti non abbiano a che fare con la buona architettura. ma una casa come la pedrera, invece: che meravigliosa affinità con il corpo e con i meandri della nostra testa. e nelle arti applicate liberty, che geniale capacità di riconoscere e possedere le linee dell’esistente.

Annunci

10 thoughts on “il liberty

  1. rose dicembre 28, 2004 / 10:10 pm

    milano has quite a few liberty-style houses (but they’re not very famous, especially outside italy, as I found out talking about this with the lady running the shop of the mackintosh church in glasgow, a couple of years ago). lovely wrought iron ornaments are easily seen in the city streets; this is via dell’orso 11.
    garnant, sono andata a espiare la mia ignoranza su google, grazie. fosti spettatrice della mostra del 2001?

    Mi piace

  2. s. dicembre 29, 2004 / 3:03 pm

    a quando un post sulle “tappezzerie” di william morris? l'”arts & crafts” di casa nostra è stato anche per me una magnifica sorpresa. grazie garnant.
    bella la bocca di lupo. bellissima.

    Mi piace

  3. Katherine gennaio 3, 2005 / 1:02 pm

    I really want to go to the Mackintosh church, so far I’ve managed Hill House, Scotland Street School, House for An Art Lover, the house at the Hunterian and a big exhibition back in 1996 in Glasgow.

    Mi piace

  4. rose gennaio 3, 2005 / 2:35 pm

    I’ve seen only the church and the glasgow school of art (wish I could come to scotland again soon!)

    Mi piace

  5. Katherine gennaio 5, 2005 / 5:53 pm

    Thank you so much for that Morris link, I shall let my parents know about it, they are big Morris fans.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...